Quantcast
Nicola Luciano Cipriani

Compendio di storia delle poste in Italia

Compendio di storia delle poste in Italia dall’antichità al terzo millennio

Autore: Giorgio Migliavacca

Editing: Nicola Luciano Cipriani

compendio di storia delle poste in Italia

Giorgio Migliavacca racconta l’evoluzione del servizio di consegna delle missive che inizialmente, per molti secoli, è stato un servizio personale ad uso quasi esclusivo delle alte gerarchie di governo e militari, tale servizio quindi non prevedeva uno scambio epistolare tra cittadini. Un servizio di posta che può richiamare il concetto moderno nacque a seguito degli interessi commerciali che attraversavano l’Europa da est ad ovest e da nord a sud. Le necessità mercantili richiesero la trasmissione veloce delle informazioni che avvenivano attraverso una fitta rete europea. Ma anche le grandi famiglie che governavano l’Europa avevano necessità di comunicare con i loro rappresentanti sparsi i Europa e tra intrighi e alleanze era fondamentale mantenere sempre stretti e riservati contatti con i propri diplomatici. Con il tempo il servizio di consegna delle missive fu organizzato sempre  meglio vista l’importanza strategica che esso rivestiva.  Già dal ‘300 erano attivi i Tasso di Cornello che si erano guadagnati una positiva fama come operatori postali. Questa famiglia acquisì tale fama da diventare responsabili del servizio postale per le famiglie regnanti di mezza Europa dai quali molti componenti ricevettero titoli nobiliari in compenso della qualità dei servizi svolti. Nel XVI secolo i Duchi di Milano capiscono il valore ed il potere della velocità postale ed iniziano a finanziare un servizio “per tutti” che sarebbe stato certamente remunerativo.

Visto il grande sviluppo che ebbe il servizio postale ed il grande giro economico ad esso associato, all’inizio del ‘700 alcuni governanti italiani pensarono bene di arrogare allo Stato il servizio. Iniziarono così il declino degli appaltatori e gradatamente il servizio postale divenne statale in tutta Europa. Con la fine del ‘700 nacque anche il servizio postale militare. quello che prima era una consegna di dispacci casuale e senza organizzazione, d’ora in poi diventa un regolare servizio interno all’esercito.

Non voglio togliere al lettore l’atmosfera di curiosità che si ha leggendo questo testo affascinante, posso solo augurarvi una buona e serena lettura.

Per contattarmi

e-mail: l.cipriani@tin.it

cellulare: 333.797.78.99

Social
Rss Feed & Privacy
Segui i miei feed


Privacy Policy
Provider Top
francobolliperitofilatelico